Gli islandesi approvano la nuova costituzione partecipata!

costituzioneLa mattina di domenica scorsa, 21 ottobre 2012, Gudmundur Gunnarsson, un membro del consiglio costituente islandese nonché padre della cantante Björk era di buon umore. Intervistato, ha detto alla stampa: “Coloro che hanno sperato in una società più giusta si sono svegliati felici questa mattina”.

Il perché della felicità di Gudmundur è presto detto: il giorno precedente il popolo islandese aveva votato e approvato con un referendum il testo della nuova costituzione nazionale. Un testo innovativo sia nei contenuti che nel metodo utilizzato per scriverlo, continuazione ideale delle rivolte che a partire dal 2008 hanno provocato la caduta del governo e l’annullamento del debito Icesave. Il testo approvato dal popolo dovrà superare ora un ultimo scoglio: il vaglio dell’Althingi, il parlamento islandese.

Che in Islanda si parlava di riscrivere la costituzione erano diversi anni. Quella in vigore fino a poco fa, in effetti, altro non era che la traduzione quasi letterale della costituzione danese, risalente al 1874, quando l’isola era appunto una colonia della Danimarca. La crisi e le successive rivolte hanno dato nuova linfa a questa volontà. “È essenziale che la costituzione definisca dei limiti oltre i quali la società finanziaria e i loro proprietari debbano pagare in prima persona”, scriveva la giornalista e blogger Íris Erlingsdóttir.

Tanta era la voglia di cambiare le cose che anche il metodo scelto per redarre la nuova carta fu del tutto innovativo. Dapprincipio venne creato un forum composto da circa mille cittadini, selezionati sulla base di vari criteri di modo che risultassero rappresentativi dell’intero popolo islandese. A loro fu stato chiesto di enucleare i valori che volevano fossero alla base della nuova Carta. Emersero concetti come “risorse naturali”, “nazione”, “sanità”, “garanzia”, “responsabilità”, “uguaglianza”, “democrazia”, “onestà”, “diritti umani”, “giustizia”, “libertà”.

Continua a leggere su IlCambiamento.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...